Turismo e Innovazione: Vitorchiano e i Beacon

  • Home /
  • Magazine /
  • Turismo e Innovazione: Vitorchiano e i Beacon
martedì 29 giugno 2021

Vitorchiamo e i Beacon: cosa sono e come funzionano

 

Nel borgo sospeso di Vitorchiano che affonda le sue radici in epoca longobarda, immerso nella natura e adagiato su un banco di roccia c’è una novità che vi farà ricredere, se penserete di andare nel classico luogo della Tuscia “fuori dal tempo e dallo spazio”.

Il Comune di Vitorchiano rivolge piuttosto il suo sguardo al futuro e sperimenta, in collaborazione con Hendo e Lazio Innova, la tecnologia di prossimità Beacon.

Andiamo a vedere di cosa si tratta!

I beacon sono piccoli dispositivi che funzionano con tecnologia Bluetooth, tra gli hardware più usati per fare Proximity Marketing. Si usano per comunicare con gli utenti attraverso lo smartphone e permettono di inviare messaggi in prossimità e in tempo reale a tutti coloro che si trovano nel loro raggio d’azione. Per funzionare hanno bisogno di un’app, attraverso cui veicolano i contenuti in maniera profilata e geolocalizzata, utilizzando la posizione dell’utente quando ha lo smartphone in tasca. 

Rivolta a turisti, commercianti e cittadini, permette agli utenti di ricevere informazioni e materiale multimediale (come foto, video, documenti, questionari, e richieste di feedback), sugli eventi in programma e sui servizi utili in base alle proprie esigenze: l’informazione giusta, al posto giusto e nel momento più opportuno semplifica la comunicazione e l’accesso ai servizi, così come la promozione degli stessi da parte degli operatori. Le attività commerciali potranno inviare offerte e pubblicizzare i propri prodotti agli utenti. Infine, la cittadinanza usufruirà di immediate informazioni da parte di tutti gli attori territoriali (Comune, associazioni, eventi, imprese).

Il raggio d’azione di un beacon può variare in base al modello del dispositivo e della potenza del segnale. Si possono inviare contenuti in modo efficace con un segnale senza fili fino a 60 metri per i modelli più comuni, ma anche oltre i 100 metri se si tratta di beacon con una capacità di trasmissione maggiore.

Per lo più alimentati da batterie coin, esistono però anche dispositivi alimentati da prese a muro o USB. Le batterie di un beacon hanno in media una durata di tre anni, ma esistono anche modelli che prevedono un sistema di risparmio energetico.

Insomma, Vitorchiano si prepara con questa opportunità a sperimentare il futuro in termini di offerta turistica in chiave digitale, confermandosi come realtà territoriale che come Giano Bifronte riesce a guardare al passato e contemporaneamente al futuro.

 

Articoli recenti

  • il giardino segreto garden tours

    LA COSTITUZIONE ITALIANA TUTELA L’AMBIENTE

    Via libera definitivo dalla Camera. Vengono modificati gli articoli 9 e 41 "anche nell'interesse delle future generazioni”

    leggi...
  • il giardino segreto garden tours

    Aperitivo a Viterbo: 4 botteghe tradizionali da non perdere

    A Viterbo le botteghe storiche sono quegli esercizi commerciali che contribuiscono a salvaguardare e valorizzare la tradizione gastronomica viterbese.

    leggi...
  • il giardino segreto garden tours

    SUTRI, LA “PORTA DELL’ETRURIA”: LE 5 COSE DA FARE (OLTRE L’ANFITEATRO ROMANO)

    Se si pensa a Sutri si pensa subito all’Anfiteatro Romano realizzato tra la fine del II e il I secolo ma, oltre questo, c’è molto altro da vedere.

    leggi...





Privacy Policy

Contatti

Sede legale: P.zza Dei Caduti snc
01100 Viterbo (VT), Italia